Il regolamento dei nostri corsi di laurea magistrale prevede per la tesi di laurea la presenza di due correlatori: cioè docenti con i quali si deve sostenere un colloquio e che hanno il compito di verificare la conoscenza da parte dello studente della problematica scientifica relativa all'argomento di tesi e la sua partecipazione critica. 
La nomina dei correlatori avviene, di norma, circa 2 mesi prima della laurea. 
Solo nel caso di internato di tesi di tipologia 2 (Attività svolte con un relatore che non fa parte dei Corsi di Studio di Biologia, presso laboratori delle Università di Pisa o del CNR di Pisa) uno dei due correlatori viene invece proposto dal docente relatore al momento della presentazione del modulo inizio elaborato finale e svolgerà un ruolo di tutorato per tutta la durata del lavoro.
Almeno 2 mesi prima dell'esame di laurea il candidato è tenuto a presentare al Presidente della Commissione Lauree la domanda di assegnazione dei correlatori: dowload. La domanda deve essere corredata da un riassunto dell'argomento di tesi (3 copie - da contenersi entro una pagina dattiloscritta). 
Entro i 15 giorni successivi la Commissione Lauree nomina i due Correlatori, con i quali, lo studente è invitato a prendere contatto, entro la data indicata, per stabilire le modalità di organizzazione degli eventuali incontri preliminari al colloquio conclusivo.


Elenco dei correlatori per la SESSIONE del 29 MAGGIO-5 GIUGNO 2017

Elenco dei correlatori per la SESSIONE del 24-28 OTTOBRE 2016

Elenco dei correlatori per la SESSIONE del 26-30 SETTEMBRE 2016

Elenco dei correlatori per la SESSIONE del 18-22 LUGLIO 2016

  Lo studente sostiene il colloquio conclusivo con i correlatori tra quaranta e venti giorni prima dell'inizio della sessione di laurea, avendo fatto pervenire loro, almeno 10 giorni prima dell’incontro (quindi almeno 30 giorni prima dell'inizio dell'appello), una copia della tesi in forma semidefinitiva (cioè modificabile ma comprendente una stesura preliminare dell'introduzione, una dettagliata descrizione dei materiali e metodi utilizzati e dei risultati ottenuti e una stesura preliminare della discussione e delle conclusioni dalla quale sia possibile valutare il lavoro svolto; si richiede anche l'indicazione dei principali riferimenti bibliografici utilizzati). 

Nel colloquio lo studente espone la problematica, lo scopo, l'approccio sperimentale del suo lavoro di tesi e ne discute i risultati, mostrando le proprie conoscenze anche sugli aspetti biologici di base dell'argomento affrontato. 
Al termine del colloquio i correlatori si esprimono sull'accettabilità della tesi e sulle eventuali modifiche suggerite in merito al piano sperimentale o alla elaborazione/interpretazione dei risultati. I correlatori e, indipendentemente, il relatore esprimono un giudizio sul candidato per le voci di loro pertinenza utilizzando i criteri di valutazione riportati nello schema (Giudizio relatore- Giudizio relatore versione in ingleseGiudizio correlatori); tali criteri fanno riferimento agli obiettivi formativi generali riportati sui regolamenti delle singole Lauree Magistrali (cioè agli obiettivi finali previsti dal regolamento didattico dei Corsi di Laurea Magistrale). I giudizi sono inviati alla segreteria didattica entro il termine dei 20 giorni prima dell'inizio della sessione di laurea. 
La mancata consegna dei giudizi comporta l'esclusione dall'esame di laurea.

 Di seguito la tabella riepilogativa delle scadenze della segreteria didattica

Alle scadenze indicate sono da aggiungersi gli obblighi previsti dalla Segreteria studenti, collegarsi per verificare le scadenze per la segreteria studenti


 Commissione di Esame

In particolare la commissione dell'esame di Laurea Magistrale è composta da un numero di membri compreso tra non meno di 5 e non più di 7; e comprende alcuni membri fissi con diritto di voto (il presidente e 1-3 commissari), il relatore (nel caso di più relatori, solo 1 ha diritto di voto) e i due correlatori (con diritto di voto); possono essere presenti altri membri senza diritto di voto. 
L'elenco degli 8 membri permanenti (fra cui vengono nominati il presidente e gli altri commissari) viene definito ogni anno dal Consiglio aggregato su proposta della Commissione Lauree e rimane in carica dal 1 giugno al 31 maggio dell'anno successivo. 
La commissione prende visione dei giudizi espressi e consegnati alla Segreteria didattica (20 giorni prima); il relatore, sulla base dei criteri di valutazione utilizzati durante lo svolgimento della tesi, della sua stesura e della sua discussione, propone il voto dell'esame di laurea e i correlatori si esprimono in merito alla congruità del voto proposto sulla base dei giudizi espressi in sede di colloquio e sulla valutazione delle attività successive. Viene quindi letto il curriculum e si procede alla votazione segreta indipendentemente dagli esiti precedenti.